Come sarà il futuro dell’hosting?

Mentre l’industria delle vacanze (e il mondo in generale) continuano ad oscillare per gli effetti devastanti della pandemia di Coronavirus, molti si sono chiesti quando le cose torneranno “alla normalità”. Una domanda del genere ovviamente non ha una risposta chiara in questo momento, ma forse vale la pena considerare se questa è anche la domanda giusta da porre. Quanto è probabile che l’industria tornerà davvero com’era prima? Probabilmente vedremo invece una nuova normalità, che potrebbe apparire nettamente diversa da come erano le cose prima dell’epidemia.

Non è certamente “Affari come al solito” per nessuno in questo momento. I gestori di proprietà e i proprietari hanno già reagito ai cambiamenti nel settore ed è molto probabile che il modo in cui loro pubblicizzano e distribuiscono i loro annunci di affitto continuerà a cambiare, mentre esplorano nuovi flussi di entrate e si adeguano ai cambiamenti nelle abitudini di prenotazione degli ospiti. Abbiamo descritto in dettaglio alcuni modi in cui prevediamo che i proprietari e i gestori degli immobili si adattino al mutevole panorama degli affitti a breve e lungo termine.

Marketing per gli ospiti locali

Come probabilmente avrete già sentito da vari esperti, studi e semplicemente buon senso, i viaggi domestici e locali saranno quasi certamente i primi a riprendersi. Le restrizioni interne saranno revocate molto prima che vengano nuovamente contemplati i viaggi internazionali su larga scala.

Ciò significa che l’importanza di una strategia di marketing mirata sarà ancora più pronunciata in futuro. Per molti ospiti di case vacanza, il marketing è stato quasi sempre inclinato nei confronti dei viaggiatori provenienti da più lontano, ma presto dovranno imparare come attirare più ospiti locali. Ciò significa adeguare la loro strategia sui social media e pubblicizzare annunci su diversi canali di vendita e OTA che potrebbero servire più mercati di nicchia e locali. È anche importante creare elenchi pensando ai viaggiatori locali, ad esempio includendo una descrizione nella lingua locale e sottolineando le attrazioni che potrebbero essere più rilevanti per questi ospiti, come la facilità di accesso dalle regioni vicine.

Incorporando affitti a medio termine

Uno dei modi in cui i gestori di proprietà stanno già cercando di combattere le entrate perse è commercializzando le loro proprietà per affitti a medio e lungo termine. Abbiamo già scritto una guida su come orientare un’attività di affitto a breve termine al mercato dei soggiorni più lunghi, la puoi visualizzare qui. Le autorità di diverse destinazioni turistiche chiave nell’emisfero nord stanno lavorando sul presupposto che la solita stagione estiva di punta semplicemente non sarà praticabile per i viaggiatori quest’anno. Pertanto, gli affitti a medio e lungo termine sono probabilmente l’unico modo per mantenere alta la tassa di occupazione. Pubblicizzare le proprietà in affitto su canali a medio termine o almeno aumentare il soggiorno massimo accettabile potrebbe essere un’opzione per incrementare i potenziali flussi di entrate.

In effetti, è possibile che gli host delle proprietà con destinazioni altamente stagionali continuino a offrire affitti a medio termine in bassa stagione; le abitudini dei consumatori cambiano e ulteriori spostamenti degli annunci su piattaforme a medio e lungo termine è già una realtà. In tal caso, gli host dovranno essere in grado di diversificare le loro offerte per garantire che possano soddisfare le esigenze sia degli ospiti a breve termine sia di coloro che cercano soggiorni più lunghi.

Maggiori informazioni sugli affitti a medio termine qui.

Pubblicità su più canali di noleggio

I canali di noleggio e gli OTA hanno adottato approcci piuttosto diversi quando si tratta delle loro politiche di cancellazione. Skift ha descritto in dettaglio le variazioni tra i principali siti a marzo, indicando coloro che hanno adottato un approccio guest-first rispetto a quelli che sono più concentrati nel mantenere felici i propri fornitori (es. Gli host o proprietari). Molti gestori di proprietà stanno ora rivalutando le loro relazioni con determinati canali che ritengono averli resi vulnerabili e non disponibili con le politiche di cancellazione e di credito che favoriscono prevalentemente gli ospiti. Resta ovviamente da vedere se questo attuale conflitto si tradurrà effettivamente in una notevole riduzione degli annunci per i siti più grandi che in genere suscitano una percentuale così elevata di prenotazioni.

Tuttavia, l’uso di un Channel Manager per fare pubblicità su più siti Web sia particolarmente importante poiché i gestori di proprietà cercano di ridurre la loro dipendenza dai singoli canali e di attirare una gamma più ampia di ospiti. Mentre il futuro di alcuni fornitori può essere attualmente incerto, la pubblicità su un numero maggiore di siti può ridurre il rischio e la complessità per i gestori di proprietà.

Utilizzando le prenotazioni dirette

E’ probabile che il crescente spostamento verso la prenotazione diretta negli ultimi anni diventi ancora più pronunciato quando gli ospiti e gli host reagiscono alle complicazioni provocate dalle azioni di diversi canali. Ora più che mai, il rapporto personale unico tra i proprietari di case vacanze e i loro ospiti è particolarmente importante. Dato che alcuni canali offrono alcun tipo di credito che possa essere utilizzato per qualsiasi proprietà, il tocco personale può aiutare gli host a convincere gli ospiti a scegliere nuovamente le loro proprietà quando il viaggio riprende, piuttosto che optare per un fornitore alternativo. Abbiamo una guida sui buoni di credito per gli host di che può essere consultata qui.

Guardando oltre nel futuro, le prenotazioni dirette saranno probabilmente ancora più importanti poiché i gestori di proprietà tentano di ridurre la loro dipendenza da determinati canali o devono orientarsi verso un marketing più diretto verso clienti locali o esistenti. In questo caso, i gestori di proprietà avranno bisogno di uno strumento di prenotazione diretta che consenta loro di ricevere prenotazioni e pagamenti online attraverso il proprio sito Web o per telefono, senza sacrificare la possibilità di fare pubblicità sui canali di noleggio più diffusi.

Conclusione

Il futuro del settore delle case vacanze è ovviamente molto poco chiaro al momento e queste previsioni potrebbero rivelarsi errate. Ma esaminando le tendenze attuali e gli sviluppi più probabili, i gestori di proprietà e i proprietari di immobili possono iniziare ad adattare le proprie strategie di marketing al fine di ottimizzare il proprio business quando è il momento giusto.

Il modo più semplice per annunciare le tua case vacanze.