Come è noto a tutti, il COVID-19 (Coronavirus) ha portato una enorme quantità di interruzioni e incertezze in tutto il mondo. La nostra priorità numero uno è sempre stata la salute e il benessere di tutti i nostri clienti, del nostro team e delle loro famiglie, e il nostro pensiero va alle persone colpite.

In termini di affari, il settore degli affitti a breve termine è stato uno dei più colpiti; le prenotazioni e i gestori di proprietà devono affrontare una stagione di prenotazioni imprevedibile con degli ospiti che viaggiano da/verso le aree interessate. Sappiamo che molti gestori sono preoccupati per l’impatto a lungo termine che la situazione attuale potrebbe avere sul loro lavoro, e stiamo anche ascoltando racconti secondo cui alcuni gestori purtroppo sono stati costretti a chiudere le loro attività fino a quando le cose non si sono stabilizzate. Questa incertezza continua fino ad oggi, ma sembra di vedere la luce alla fine del tunnel.

Comprendiamo che questo è stato ed è tuttora un momento difficile per molti gestori, proprietari, host e viaggiatori, che sono tutti alla ricerca delle informazioni più recenti su come il Coronavirus stia influenzando l’ industria delle case vacanze. Abbiamo messo insieme una breve guida contenente alcune informazioni chiave per i professionisti del settore degli affitti per le vacanze riguardanti il ​​Coronavirus. Ci auguriamo che questo possa aiutare a fornire un pò di chiarezza e stabilità in questo momento incerto.

Abbiamo fatto ogni sforzo per garantire che queste informazioni siano accurate e aggiornate, ma se rilevi inesattezze o sei a conoscenza di ulteriori informazioni, faccelo sapere.

Ultimo aggiornamento 20 Aprile 2021

Politiche di cancellazione del Coronavirus

Molti ospiti e gestori vogliono sapere se il Coronavirus influenzerà ancora le loro prenotazioni future. La risposta breve è che questo dipende molto dalla posizione della proprietà, dall’origine dell’ospite, dal canale attraverso il quale è stata effettuata la prenotazione e precisamente da quando è stata effettuata la prenotazione, ovvero prima o dopo l’inizio dell’epidemia.

Molte delle piattaforme di case vacanze hanno offerto politiche speciali sul coronavirus con l’intento di ridurre l’impatto sia per i proprietari che per gli ospiti. Ciò nonostante, la maggior parte di queste aziende ha adattato queste politiche con il passare del tempo (da quando il coronavirus non viene più considerato una situazione imprevista) e ora i clienti sono consapevoli dei rischi che corrono quando effettuano una prenotazione.

Per le prenotazioni effettuate tramite Your.Rentals, il nostro primo punto di contatto è iniziare con la politica di cancellazione concordata dall’ospite al momento della prenotazione. Tuttavia, a causa di forza maggiore, clausole simili possono ancora essere attivate in alcune situazioni. Poiché molte delle prenotazioni avvengono tramite OTA, le politiche specifiche dell’OTA potrebbero avere la precedenza e devono essere seguite.

Di seguito ti offriamo alcune informazioni sulle modifiche di queste politiche nelle principali piattaforme di affitti per le vacanze online.

Airbnb: 

  • Le prenotazioni con data di check-in tra il 14 marzo e il 3 dicembre 2020 erano coperte dalla Politica sulle Circostanze Attenuanti relativa al COVID-19 e potevano essere cancellate prima dell’arrivo, purché la prenotazione fosse stata effettuata prima del 14 marzo 2020. Questa polizza non copre più le prenotazioni Airbnb effettuate dopo il 14 marzo 2020, tranne nel caso in cui il viaggiatore o l’host contragga COVID-19. Le circostanze relative al coronavirus che non sono più coperte da Airbnb includono:
    • Interruzioni e annullamenti dei trasporti.
    • Avvisi e restrizioni di viaggio.
    • Avvisi sanitari e quarantene
    • Modifiche alla legge applicabile come ordini di evacuazione, chiusure di frontiere, divieti di noleggi a breve termine e requisiti di rifugi sul posto.
  • Nei casi sopra elencati, si applicherà come di consueto la Politica di Cancellazione della prenotazione. La Politica sulle Circostanze Attenuanti copre solo le situazioni in cui la prenotazione non può essere completata per i seguenti motivi:
    • Modifiche ai requisiti di viaggio del governo.
    • Emergenze ed epidemie dichiarate.
    • Restrizioni di viaggio governative.
    • Azioni militari e altre ostilità.
    • Disastri naturali.
  • Trova qui tutte le informazioni sulla Politica sulle circostanze attenuanti di Airbnb e sulla Politica sulle circostanze attenuanti relativa a COVID-19.

Booking.com:

  • Booking.com ha rilasciato una dichiarazione nel 2020 affermando di aver dichiarato Circostanze Forzate e si aspettava che i propri partners (ovvero host e fornitori di software) rimborsassero qualsiasi pagamento anticipato e rinunciassero a eventuali costi di cancellazione (commissioni, spese e/o altri importi) nel caso gli ospiti/i viaggiatori richiedessero cancellazioni a seguito delle circostanze forzate (FC). Booking.com rinuncia alla commissione in questi casi.
  • Al momento, le condizioni di forza maggiore si applicano solo alle prenotazioni effettuate prima del 6 aprile 2020. Booking.com ha modificato la procedura per le prenotazioni interessate da circostanze forzate e ora si applica a seconda della regione o del paese in cui si trova la struttura. Se hai prenotazioni effettuate prima del 6 aprile 2020 che potrebbero essere soggette a queste condizioni, puoi verificare la loro richiesta nel rendiconto ufficiale di Booking.com.
  • Alcune prenotazioni in cui si applicano le circostanze forzate sono:
    • Clienti che sono stati in una zona colpita e non possono viaggiare.
    • Viaggiatori a cui è stato vietato l’accesso alla destinazione.
    • Strutture che hanno chiuso i battenti per loro scelta o decisione legale.

Vrbo: 

La politica sulle Circostanze Attenuanti di Vrbo è riassunta come segue:

  • Per le prenotazioni prenotate prima del 13 marzo 2020, con una notte di soggiorno tra il 13 marzo e il 30 aprile 2020, c’erano due possibili opzioni:
    • Offrire al viaggiatore un credito completo per l’importo pagato se la prenotazione fosse annullata fuori del periodo di cancellazione. Questo credito potrebbe essere applicato a future prenotazioni presso la tua struttura entro il prossimo anno (senza costi aggiuntivi). Vrbo consiglia di essere il più flessibile possibile con i viaggiatori interessati nel organizzare una data di soggiorno futura.
    • Se il viaggiatore non è stato in grado di accettare un credito, Vrbo ha fortemente incoraggiato i proprietari a emettere almeno un rimborso del 50%. In cambio, Vrbo premierà proprietari e gestori con una maggiore visibilità nei risultati di ricerca sulla piattaforma. Se invece i padroni di casa non restituiscono il credito, verranno penalizzati nella loro posizione in classifica.
  • Azioni svolte da Vrbo per aiutare i propri clienti a causa del Covid-19:
    • Rimborsare il denaro raccolto per i loro servizi quando necessario annullare la prenotazione per motivi legati a COVID-19, indipendentemente dal fatto che la cancellazione sia richiesta dal governo o meno. Questo è valido per tutte le prenotazioni effettuate prima del 13 marzo con una notte tra il 13 marzo e il 30 aprile 2020.
    • Facilitare il cambio di date e rimborsi sulla piattaforma.
    • Evitare gli impatti sulla classifica e automatizzare le cancellazioni se un proprietario desidera cancellare una prenotazione.

Expedia

  • Il Gruppo Expedia attualmente non applica la propria Politica di forza maggiore in nessun paese del mondo. Le prenotazioni effettuate dal 30 giugno 2020 non sono soggette a cancellazione secondo questa politica.
  • Expedia ritiene che i viaggiatori conoscano già i rischi del coronavirus quando viaggiano e dovrebbero accettare la politica di cancellazione di ogni prenotazione, tuttavia, raccomanda ai proprietari di stabilire politiche di cancellazione il più flessibili possibile.
  • Per casi speciali, analizzano ogni prenotazione individualmente e ti informano in privato se la tua prenotazione può essere cancellata gratuitamente. Per ulteriori informazioni, visitare il sito delle norme sulle circostanze forzate.

Tripadvisor

  • Per le prenotazioni iniziate entro il 31 luglio 2020, i viaggiatori possono annullare le proprie prenotazioni e ricevere il rimborso completo.
  • Per le prenotazioni iniziate tra il 31 agosto 2020 o prima, la penale di cancellazione non è stata addebitata.
  • Attualmente, se la prenotazione è stata effettuata dopo il 1 aprile 2020, la tua politica di cancellazione viene applicata automaticamente. Tuttavia, puoi offrire un’eccezione alla polizza, rimborsando il cliente tramite il tuo centro proprietario (?) in qualsiasi momento prima della data di inizio della prenotazione.
  • Per ulteriori informazioni sulle politiche di Tripadvisor, leggi di più qui.

Se il tuo caso non corrisponde a nessuna delle clausole sopra menzionate, ti consigliamo di contattare personalmente il servizio clienti della piattaforma corrispondente.

Politica di rimborso e cancellazione di Your.Rentals 

Stiamo facendo tutto il possibile per ridurre le cancellazioni e incoraggiare le riprenotazioni quando possibile. Stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri Canali di Vendita partners per incoraggiarli a seguire i loro accordi esistenti in merito alle cancellazioni e per offrire rimborsi completi agli ospiti solo in conformità con i criteri di idoneità concordati. Anche se stiamo facendo ogni sforzo per proteggere i proprietari e gli host, la decisione finale in merito spetta al canale di vendita attraverso il quale è stata ricevuta la prenotazione.

Credito di Prenotazione

Al fine di limitare le cancellazioni, quando possibile, Your.Rentals emette un Credito per la riprenotazione agli ospiti per lo stesso importo originariamente pagato. Questo può essere utilizzato per una futura prenotazione presso la stessa struttura o un’altra proprietà idonea con lo stesso host.

Si consiglia vivamente ai gestori e agli host di offrire credito ove possibile, specialmente nelle regioni in cui ciò potrebbe essere richiesto dalle normative locali. Abbiamo scoperto che molti ospiti sono più che disposti a riorganizzare il loro soggiorno per un’altra data, anche se potrebbero non sapere esattamente quando desiderano viaggiare.

Il nostro servizio clienti:

Siamo qui per aiutare e dare supporto. Ti preghiamo di contattarci all’indirizzo bookings@your.rentals per qualsiasi problema di cancellazione o rimborso che potresti avere.

Assicurazione

Diverse compagnie di assicurazione di viaggio hanno adattato le loro polizze. Queste modifiche possono interessare sia gli ospiti che gli host e possono differire in modo significativo dalle pratiche usuali.

Ad esempio, la compagnia di assicurazioni di viaggio Allianz consente temporaneamente ai viaggiatori di presentare richieste basate sul virus. Ti consigliamo di discutere con la tua azienda assicurativa e quella dei tuoi ospiti per vedere come questo potrebbe influenzare le tue prenotazioni.

Impatto a lungo termine del Coronavirus sul turismo e sul settore degli affitti a breve termine

A causa della natura continua e in evoluzione della situazione, è ovviamente difficile prevedere esattamente cosa accadrà dopo. E’ possibile però guardare alle prime tendenze intorno all’epidemia di COVID-19 per valutare i probabili risultati.

La prima cosa da tenere a mente è che il settore dei viaggi è sorprendentemente resistente. Il turismo si è ripreso da incidenti simili in passato e ha mantenuto una crescita costante nel corso degli anni. Sebbene questo sia stato ed è un momento molto impegnativo per i gestori di locazione in molti luoghi, è improbabile che l’attuale epidemia altererà drasticamente il megatrend in corso.

La vaccinazione di massa contro il coronavirus sta ripristinando la fiducia e dando un senso di sicurezza a viaggiatori e ospiti. È un dato di fatto che, man mano che le persone vengono vaccinate, le restrizioni legali verranno ammorbidite. Qui puoi vedere la percentuale di persone vaccinate fino al 12 aprile 2021 in diversi paesi del mondo (In inglese).

Possiamo vedere che ci sono molti paesi in cui un’alta percentuale della popolazione è già stata vaccinata e per loro la vita in molti casi sta tornando alla normalità. Questi dati portano speranza e positivismo all’industria del turismo.

Tuttavia, le restrizioni ai viaggi internazionali rimangono rigide e, pertanto, i viaggiatori durante la pandemia hanno optato per il turismo nazionale e locale, soprattutto in Europa. Lo si può notare nella richiesta di prenotazioni di posti aerei, che al momento sono in grande depressione. I voli commerciali hanno tra il 30% e il 70% di capacità in meno in diverse aree del mondo rispetto al 2019, secondo i dati di centreforaviation.com (In inglese).

D’altra parte, i dati mostrano che i turisti non vedono l’ora di viaggiare all’estero, ma la decisione è nelle mani delle restrizioni legali di ogni diverso paese. Alcuni viaggiatori in Europa sono fiduciosi che la situazione si normalizzerà e sarà possibile viaggiare in altri paesi entro l’estate 2021. In particolare, il 49% degli intervistati nel rapporto ETC “Monitoring Sentiment for Domestic and Intra-European Travel – Wave 6” (In inglese) desidera viaggiare in un altro paese europeo prima della fine di agosto.

Domestic travel VS travel abroad 2021

Puoi anche notare nella tabella sopra che i viaggiatori in Europa stanno iniziando a programmare viaggi internazionali sperando che la situazione relativa a COVID-19 sia più sicura e con meno restrizioni di viaggio.

A causa di questi fatti, alcune delle più grandi compagnie aeree stanno iniziando a prepararsi per l’estate 2021 implementando alcuni piccoli programmi di ripresa dei voli in modo da poter anticipare un aumento della domanda secondo Wego.com (In inglese).

Un altro fatto incoraggiante è che negli Stati Uniti le prenotazioni nelle piattaforme di affitto per le vacanze come Airbnb sono in aumento rispetto alle prenotazioni alberghiere. Puoi trovare ulteriori informazioni sulle tendenze nell’industria del turismo negli Stati Uniti qui (In inglese).

Nel corso del 2020, le politiche di rimborso imposte dalle principali OTA (agenzia di viaggi online) e dai canali di vendita per limitare i duri effetti del Covid-19, hanno portato molti manager e proprietari a lottare con la mancanza di liquidità. Queste politiche si sono ammorbidite con il passare del tempo, lasciando il potere decisionale ai proprietari e ai gestori degli immobili.

Molti host scelgono ora di applicare le politiche di cancellazione completamente rimborsabili in quanto queste sono effettivamente le uniche a ricevere prenotazioni. L’impostazione delle tariffe completamente rimborsabili sembra essere molto potente quando si crea fiducia con i clienti durante i tempi del coronavirus. In questo articolo scoprirai molti altri motivi per cui è vantaggioso offrire politiche di cancellazione flessibili ai tuoi clienti.

Come adattare la tua attività al Coronavirus

Molti gestori sono alla ricerca di modi per garantire che la loro attività rimanga stabile e trovare opportunità all’interno della sfida è un passo importante. Data la dinamica e la rapida evoluzione della situazione, il consiglio chiave per proprietari e gestori in questo momento critico è essere flessibili. C’è più processo decisionale last minute da parte degli ospiti e di altre parti come compagnie aeree e autorità locali rispetto a prima, quindi la capacità di adattamento sarà cruciale. Anche se ritieni che sia improbabile che la tua destinazione o proprietà sia influenzata, è comunque importante rimanere consapevoli delle preoccupazioni degli ospiti e consentire loro la flessibilità di riorganizzare o annullare i loro viaggi se ciò è necessario per dare loro la massima tranquillità.

Il tuo rapporto con gli ospiti è fondamentale. Continua a creare fiducia e lealtà con i tuoi clienti futuri e precedenti contattandoli. Raccomandiamo di sostenere in modo proattivo il messaggio che gli affitti privati ​​siano più privati ​​e quindi meno rischiosi degli hotel e di sottolineare qualsiasi pulizia aggiuntiva o altre precauzioni che hai messo in atto per alleviare le loro preoccupazioni. Poiché la comunicazione con i tuoi clienti è fondamentale, Your.Rentals ha una guida su come semplificare la comunicazione con i tuoi ospiti tramite Universal Messenger.

Inoltre, se sei un Property Manager, anche il tuo rapporto con i proprietari è fondamentale. Gestire in modo proattivo le loro aspettative e spiegare le cose che stai facendo per assicurarti di essere pronto per una ripresa della domanda ridurrà lo stress e il panico.

Ti consigliamo inoltre vivamente di mantenere le tue inserzioni online. La rimozione dall’elenco e la riattivazione in un secondo momento può influire sul loro rendimento e potrebbe significare che le tue proprietà non si classificano più in alto quando gli ospiti stiano cercando di effettuare prenotazioni. Con Your.Rentals è possibile bloccare le date o posticipare il calendario per un periodo di tempo mantenendo le inserzioni pubblicate sui canali di vendita se hai intenzione di fare una pausa.

Sii consapevole dei cambiamenti nelle restrizioni che possono determinare un aumento della domanda nelle aree in cui si trovano le tue proprietà. Attualmente, la domanda dipende in gran parte dalle decisioni che le autorità locali prendono in merito alla mobilità, sia nella tua destinazione che nel tuo mercato di origine (ovvero da dove provengono i tuoi ospiti). Ecco perché devi essere preparato a quando vengono annunciate modifiche alle misure e adattare i prezzi e le politiche di cancellazione in base ad esse. Per il momento, la strategia migliore è mantenere una tariffa completamente rimborsabile fino a quando la domanda non inizia a salire. Se sei certo che le tue proprietà saranno molto richieste, allora dovresti usare le tue solite tariffe e la politica di cancellazione.

Se è supportato nei canali di vendita in cui elenchi le tue proprietà, un’altra buona decisione è quella di offrire due diverse scelte per gli ospiti, soprattutto quando le restrizioni future sono ancora incerte. Un’opzione è offrire una tariffa completamente rimborsabile a un prezzo più alto e un’altra opzione può essere quella di offrire una tariffa parzialmente rimborsabile con un prezzo più moderato.

Sebbene ciò possa modificare i tuoi guadagni, questa strategia è assicurarti di essere in prima fila quando la domanda aumenta. Puoi aggiornare i tuoi prezzi e le tue politiche non appena vedi una ripresa della domanda, ma ricordati che stai gareggiando per le serate degli ospiti con altri, quindi devi tenere d’occhio i prezzi della concorrenza locale.

Your.Rentals ha tenuto un webinar il 15 aprile 2021 su come posizionare la tua attività di affitto per le vacanze davanti alla concorrenza quando arriverà il recupero del COVID-19. I primi segnali di ripresa in Europa stanno venendo alla luce, quindi se vuoi saperne di più sulle azioni che potresti compiere nei prossimi mesi, puoi guardarlo su richiesta gratuitamente (in inglese).

Come superare la concorrenza quando le prenotazioni per case vacanza aumentano

Webinar GRATUITO

Prima di COVID-19 i turisti prendevano in considerazione la sostenibilità e le opzioni rispettose dell’ambiente nella scelta di una destinazione. A causa del coronavirus, queste preferenze sono state alterate, anche se è molto probabile che questa tendenza tornerà quando la domanda raggiunga la normalità. Pertanto, potrebbe essere una buona scelta iniziare a pensare a come offrire opzioni sostenibili nella tua attività di affitto per le vacanze al fine di attirare i viaggiatori moderni dopo che le cose saranno tornate come prima.

Molti gestori di proprietà stanno vedendo una riduzione delle loro prenotazioni, ma sono ancora costretti a pagare costi fissi elevati su altre piattaforme. A differenza di altri fornitori di software, non addebitiamo alcun abbonamento o canone mensile, quindi paghi solo quando ricevi una prenotazione. Utilizzando Your.Rentals per gestire i tuoi annunci immobiliari su più canali, puoi eliminare i costi mensili fissi mantenendo le tue proprietà pronte per la ripresa della domanda.

Tieniti aggiornato con le ultime informazioni

Gli esperti del settore Skift hanno creato un feed live che viene regolarmente aggiornato con le ultime notizie sugli effetti di COVID-19 su diversi settori legati all’ospitalità.

Inoltre, dovresti controllare regolarmente le tue autorità locali per le ultime informazioni e seguire i consigli più recenti del CDC e dell’OMS.

Restrizioni di viaggio

In molte parti del mondo sono in vigore restrizioni di viaggio sia all’interno che tra i paesi. Airbnb ha raccolto queste informazioni che puoi visualizzare qui.

Supporto del governo

Europa

La Commissione Europea ha introdotto una serie di Azioni di Aiuto di Stato per tutti i paesi membri. L’obiettivo è aiutare le aziende che sono state più colpite dal coronavirus e potrebbero essere a rischio di chiusura.

All’interno di queste misure esistono cinque tipi di aiuto:

  • Sovvenzioni dirette (o agevolazioni fiscali)
  • Garanzie statali sovvenzionate sui prestiti bancari
  • Prestiti pubblici e privati ​​a tassi di interesse agevolati.
  • Le attuali capacità di prestito delle banche, utilizzate come canale di sostegno alle imprese, in particolare alle piccole e medie imprese, poiché si tratta chiaramente di un aiuto diretto ai clienti della banca e non alle banche stesse.
  • Flessibilità aggiuntiva in modo che, se necessario, lo Stato sia in grado di offrire un’assicurazione del credito all’esportazione a breve termine.

Puoi trovare tutte le informazioni relative agli aiuti di Stato specifici nel tuo paese qui.

Stati Uniti

America Latina

Complete rental property management

Accedi a Your.Rentals per creare subito il tuo annuncio perfetto.

Non usi ancora Your.Rentals?